94. Liocorno, 444.

1 varietà del 1368.
Il liocorno è segnalato a Lucca nel 1367 e nel 1368 (1). Una varietà un pò più piccola, ma dello stesso stile del nostro n.° 444 è stato rilevato a La Haye (2) nel 1410; in Savoia nel 1435 e nel 1436, in Slesia (3) nel 1417. Questa forma di liocorno ricorda molto quella che figura sille monete coniate per i principi della casa d'Este a Ferrara (4), in particolare per Nicola III (1393), Bosio (1452) ed Ercole (1471).
Il liocorno è stato usato in seguito come filigrana da diverse cartiere, nei Paesi Bassi, in Francia e, sicuramente, in Germania, legato ad un formato di carta.

(1) Jansen, p. 349.
(2) Sotheby, Principia, p. 71.
(3) Rauter, fil. 4.
(4) Argelati, De monetis Italiae, Milano, 1750, tomo I, pl. XLIX.