45. Incudine, 251 e 252.

2 varietà, del 1331, del 1422 e del 1423.
Questa filigrana è abbastanza rara: l'abbiamo trovato solo in qualche manoscritto (Bibl. di Berna, A 38 e Bibl. Abb. S. Gallo, n.° 483). Racchiusa in un cerchio, secondo l'uso italiano, ci è nota attraverso Rauter (1) a Breslau nel 1496, e in parecchi incunaboli di Venezia, di Roma e di Foligno.

(1) Filig. 67.